giovedì 11 gennaio 2018

Recensione #221 - Olga di carta. Il viaggio straordinario di Elisabetta Gnone

Ciao a tutti, finalmente questa prima settimana dopo le feste si sta muovendo verso il weekend... ma quanto è sembrata lunga???
Oggi torno da voi con una nuova recensione, quella di un libro che volevo leggere da un po' e che mi sono finalmente regalata con un buono preso con i punti della Giunti card accumulati acquistando sul loro sito tantissimi regali di natale! Si tratta di Olga di carta. Il viaggio straordinario, scritto da Elisabetta Gnone - l'utrice della famosissima serie Fairy Oak per intenderci - edito da Salani. 304 pagine.

Descrizione: Olga Papel è una ragazzina esile come un ramoscello e ha una dote speciale: sa raccontare incredibili storie, che dice d'aver vissuto personalmente e in cui può capitare che un tasso sappia parlare, un coniglio faccia il barcaiolo e un orso voglia essere sarto. Vero? Falso? La saggia Tomeo, barbiera del villaggio sostiene che Olga crei le sue storie intorno ai fantasmi dell'infanzia, intrappolandoli in mondi chiusi perché non facciano più paura. Per questo i racconti di Olga hanno tanto successo: perché sconfiggono mostri che in realtà spaventano tutti, piccoli e grandi. Un giorno, per consolare il suo amico Bruco, dal carattere fragile, Olga decide di raccontargli la storia della bambina di carta che un giorno partì dal suo villaggio per andare a chiedere alla maga Ausolia di essere trasformata in una bambina normale, di carne e ossa. Il viaggio fu lungo e avventuroso: s'imbatté in un venditore di tracce, prese un passaggio da un ragazzo che viveva a bordo di una mongolfiera e da un altro che attraversava il mare remando. Più volte rischiò la vita, si perse, ma fu trovata da un circo. E quando infine trovò la maga, solo allora la bambina di carta comprese quante cose fosse riuscita a fare...

Un viaggio straordinario appunto, è già scritto sulla cover e la storia tiene fede alla promessa. 
La narrazione avviene su due binari paralleli che si intrecciano e si interfacciano: quello di Olaga Papel, la bambina in carne ed ossa, che ama raccontare storie meravigliose che dice addirittura di aver vissuto e quella di Olga di carta. Tutti nel paese aspettano con ansia che la bambina racconti - molti arrivano addirittura a nascondersi per riuscire ad ascoltarla senza essere visti - tutti tranne la nonna di Olga che ritiene queste sue storie frutto della sua immaginazione ed è preoccupata perchè la bamibna continua a dire il contrario.
La storia narrata da Olga in questo primo libro - è già uscito il seguito Olga di Carta. Jum fatto di buio che leggerò a breve - è appunto quella di Olga di carta, una bambina fatta di carta che lascia il suo paese e la sua mamma per intraprendere un viaggio che la porterà dalla maga Ausolia, l'unica cui può chiedere una magia: quella di farla diventare una bambina come tutte le altre. Non sa bene dove si trovi la casa della maga, sa solo che dovrà viaggiare verso ovest.
Nel suo viaggio Olga di carta incontrerà tantissimi personaggi e attraverserà molte terre la cui esistenza non immaginava nemmeno; dovrà fare attenzione agli acquazzoni, che potrebbero scioglierla, al fuoco, che potrebbe bruciarla e a tantissime altre insidie che potrebbero far male ad una bambina di carta come lei.
La narrazione è fluida, capace di tenere incollato il lettore ad ogni pagina girata. Mi sono ritrovata a leggere senza staccarmi mai, finendo in due pomeriggi le circa trecento pagine di questo libro, senza mai annoiarmi, senza mia pensare che non fosse un libro adatto alla mia età ma, anzi, riflettendo spesso su quanto storie come queste possano avvicinare tantissimo il mondo della lettura degli adulti e quello dei ragazzi. In questa storia c'è avventura, sentimento, dolcezza, accompagnati da una scrittura adatta ai lettori più giovani ma non eccessivamente infantile da non essere apprezzata anche da chi, come me, il periodo dei balocchi lo ha ampiamente superato.
L'autrice con questo libro ha saputo infatti creare un favola meravigliosa adatta sia agli adulti che ai bambini capace, come tutte le favole, di far riflettere e di lasciare degli insegnamenti su cose che a volte si ritengono scontate ma su cui forse dovremmo imparare a soffermarci un po' di più. La protagonista del viaggio si ritrova infatti ad affrontare numerose prove e situazioni nuove e per farlo avrà bisogno di tenacia, impegno, dedizione e di sacrificio per riuscire a raggiungere la maga ed imparare la cosa più importante! Ma non voglio svelarvi di più, vi dico solamente che dovete leggerlo e dovete farlo leggere ai vostri bambini; ecco, l'età di lettura che si trova online dice dodici anni, io credo sia tranquillamente leggibile già dagli otto/nove anni e solo per una questione di lunghezza e non di difficoltà. 
Una chicca dell'edizione che ho comprato io è la sovraccopertina che diventa un poster colorato.
Guardate questo video e ditemi se non ho ragione!!!

Solo per questo e per le splendide illustrazione presenti all'interno del volume varrebbe già l'acquisto! Quindi cosa aspettate? 

VOTO: 


12 commenti:

  1. Ho un amore smisurato, incondizionato per Elisabetta Gnone, sin dai tempi di "Fairy Oak", con "Olga di carta" però si è davvero ma davvero davvero superata (prima o poi recupererò anche qualcosa delle sue WITCH).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non avevo mai letto nulla di suo e non mi aspettavo proprio nulla del genere! Adesso non vedo l'ora di leggere il seguito.

      Elimina
  2. Guardo questo libro da un po', ma non mi decido mai a prenderlo, però da come ne parli sembra un libro che vale sicuramente la pena leggere! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, io non immaginavo di rimanerne così entusiasta anche perché non sono solita leggere libri per ragazzi... Spesso resto così delusa dallo stile troppo semplice che poi mi pento ma in questo caso ho trovato veramente una lettura speciale! Te lo consiglio.

      Elimina
  3. Sono bellissime le illustrazioni ^_^ e della Gnone già Fairy Oak mi aveva stregata

    RispondiElimina
  4. Ciao! Mi è piaciuto tantissimo questo romanzo e non vedo l'ora di leggere il seguito *_* uno dei libri per ragazzi più carini che io abbia mai letto!

    RispondiElimina
  5. Non vedo l'ora di leggerlo anche io! È da un pezzo che sono tentata di comprarlo... adesso la tentazione è ancora più forte *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Compralo!!! Ne vale veramente la pena secondo me...

      Elimina